Bianconero Nov/Dic 2021

Nell’articolo Mostra Nazionale di Montichiari presente nella rivista Bianconero n°6 Nov/Dic parlano di noi!


Si legge “La vacca Dotti Silver Wanda, è un soggetto di quattro parti che si aggiudica la categoria e la miglior mammella delle cinque anni e che ricordiamo già riserva in categoria da primipara alla Nazionale di tre anni fa. Forza da latte, correttezza generale, dimensioni e proporzioni ideali per una moderna vacca da latte, arti e mammella superlativi le fanno vincere prima il titolo di campionessa e miglior mammella Vacche Adulte e poi l’assoluta.”

E continua “Sua figlia, la primipara Dotti Doorman Dolly (prima nell’immagine sopra), si aggiudica il titolo di Menzione d’onore delle Vacche Giovani. Nella categoria di Dolly, quella delle Primipare Senior, la compagna di stalla Dotti Lambda Doramy si piazza seconda (seconda nell’immagine sopra).”

E continua “Sua figlia, la primipara Dotti Doorman Dolly (prima nell’immagine sopra), si aggiudica il titolo di Menzione d’onore delle Vacche Giovani. Nella categoria di Dolly, quella delle Primipare Senior, la compagna di stalla Dotti Lambda Doramy si piazza seconda (seconda nell’immagine sopra).”

Una Nazionale da incorniciare

per l’azienda la Corte di Dotti

Con Dotti Silver Wanda, Dotti Doorman Dolly e Dotti Lambda Doramy ci aggiudichiamo anche “il prestigioso Concorso a Gruppi di tre vacche nate e presenti in allevamento, risultando quarto assoluto in entrambe le classifiche speciali di Primo Allevatore e di Primo Espositore.”

Nelle pagine seguenti troviamo l’intervista rilasciata da Gianluca Dotti dopo la vittoria in nazionale dal titolo “La Corte sugli Scudi“.

La Corte sugli Scudi 2022

L’ultima intervista rilasciata da Gianluca Dotti, alla rivista Bianconero, racconta le emozioni della vittoria in Nazionale a Montichiari nel Novembre 2021 e le motivazioni che lo spingono a partecipare alle mostre.

L’articolo inizia con “Gianluca Dotti, titolare con i familiari dell’allevamento La Corte di Modena, ha coronato il suo sogno.” Prosegue raccontando che ha iniziato ad andare in mostra fin da piccolo ma poi ha deciso di prendersi una pausa e concentrasi alla crescita della mandria in allevamento fino a quando è ritornato ottenendo sempre ottimi risultati.

Alla domanda “quali sono le motivazioni che ti sostengono attualmente nella partecipazione delle fiere?” Gianluca risponde “Partecipo sono con bovine nate nel nostro allevamento, e senza nulla togliere a nessuno, ciò per me è motivo di soddisfazione”.

Azienda Dotti: Concerto per Parmigiano e Mostra

La rivista “Bianconero” n°2 del mese Marzo-Aprile 2017 ha scritto un articolo sulla nostra azienda, e ci presenta così: ” Franco, il padre di Gianluca, e lo zio Claudio, marito di Donatella, si occupano della coltivazione e dei lavori di campagna; lo zio Luciano, ex commerciante di bestiame, è presidente del Caseificio “La Cappelletta” di San Possidonio e la zia Donatella cura i frutteti e la commercializzazione della frutta.”

Ogni componente dell’azienda, della famiglia, ha le proprie mansioni e lavorano insieme come un gruppo di lavoro con lo scopo principale quello di produrre latte rispettando il benessere degli animali. Da qualche anno un altro scopo dell’azienda è quello di far conoscere la Mela Campanina, l’antica mela della nonna che viene consumata sempre meno nonostante le sue proprietà.

Per “Bianconero” Gianluca Dotti ha rivelato: “Fino a quando studiavo non andavo spesso in stalla, ma poi avvenne un fatto decisivo, quando iniziai ad interessarmi alla gestione degli animali. […] La carriera mi interessava molto, ma capii che, allontanandomi spesso da casa, non avrei potuto proseguire nel lavoro di selezione che avevo appena iniziato.”

Noi tutti sappiamo che per ottenere risultati, come ha ottenuto nell’ultima mostra a Montichiari o per produrre quintali di latte, il lavoro deve essere costante e duraturo e la presenza di Gianluca in azienda è indispensabile tutti i giorni.

Queste sono solo piccole cose che Gianluca ha dichiarato, continuate a leggere l’intervista per conoscere il suo prototipo di vacca.

Pagina 4

Gianluca Dotti, primo premio alla mostra bovina a Bovimac

 

IMG_0885

Gazzetta di Modena, 25 Gennaio 2016

Gianluca Dotti, primo premio alla mostra bovina

E’ un allevatore modenese il vincitore della prima edizione della Mostra Interprovinciale delle vacche da latte del Comprensorio del Parmigiano Reggiano a Bovimac, fiera della macchinazione agricola e della zootecnia che chiude oggi alla Fiera Millenaria di Gonzaga, Gianluca Dotti, proprietario de La Corte di San Possidonio si è aggiudicato il primo premio della categoria speciale realizzata con il Consorzio del Parmigiano Reggiano con la vacca Stoppep. L’animale è stato premiato per le sue qualità morfologiche e di salute, che ne fanno un ottimo produttore di latte di qualità.

Nel corso della manifestazione Dotti ha meritato un altro premio: la veterana Dotti Fit Puma, vacca di 13 anni che è stata premiata proprio per la sua lunga carriera: ha, infatti, prodotto 1.400 quintali, pari a 300 forme di Parmigiano Reggiano.

Le scelte vincenti di Gianluca Dotti

IMG_2005
Pagina 4

IMG_2006
Pagina 5

IMG_2008
Pagina 6

IMG_2009
Pagina 7

“Oggi” giornalino della Raggio di Sole, numero 2 – 2015

“Le scelte vincenti di Gianluca Dotti”
Ecco un estratto dell’articolo: “Nel mondo della Frisona parlare della famiglia Dotti e dell’Azienda agricola La Corte è sinonimo di “tanto latte e belle vacche”. D’altro canto nell’allevamento di San Possidonio (Mo) gli obiettivi sono chiari da sempre e Gianluca Dotti continua la strada iniziata dai nonni negli anni ’40, chiedendo alle sue vacche sempre il massimo, ma garantendo loro una gestione attenta ai particolari e una alimentazione capace di fare esprimere il potenziale genetico della mandria.

Le medie sono sempre al top, con i dati dei controlli Aia che a luglio, quando abbiamo visitato l’azienda, viaggiavano sopra ai 36 kg: “Abbiamo chiuso il 2014 con una media di 113 q – ricorda Dotti – tenendo ben presente che per rendere le bovine debbano essere in buona forma fisica durante tutto il ciclo produttivo, a cominciare da quando sono manze””.